Dal rubinetto è meglio: ecco come funziona il Bonus Acqua 2021

bonus-acqua-2021

Il Bonus Acqua è ufficialmente nella Legge di Bilancio. Tutto è pronto e i cittadini possono richiederlo. In pratica, grazie al bonus è possibile ottenere un rimborso per gli acquisti di sistemi di filtraggio: una misura varata dal Governo per sostenere il consumo ecosostenibile e ridurre l’utilizzo della plastica. Vediamolo nel dettaglio.

Chi può richiedere il Bonus Acqua?

Il Bonus Acqua può essere richiesto da persone fisiche o aziende che acquistano e installano sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare E290 nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022. Questi sistemi devono essere tutti finalizzati al miglioramento dell’acqua proveniente dall’acquedotto.

bonus acqua per il filtraggio

Il credito è calcolato sul 50% del totale delle spese sostenute. Ma l’importo massimo fissato è di 1000 euro per i privati e 5000 per aziende ed enti non commerciali. Per questo provvedimento il Governo ha stanziato 5 milioni di euro.

Come fare domanda?

Le spese sostenute vanno comunicate all’Agenzia delle Entrate dall’1 al 28 febbraio dell’anno successivo alla spesa sostenuta. Si può fare domanda per ottenere il rimborso inviando il modello all’Agenzia. Il bonus verrà richiesto in compensazione con l’F24, oppure per i privati è possibile inserirlo nella dichiarazione dei redditi dell’anno in cui è stata effettuata la spesa.

Si può ottenere il rimborso solamente se si presenta una fattura elettronica o documento commerciale in cui è esplicitato il codice fiscale di chi poi richiederà il bonus per le aziende. Invece, per quanto riguarda i privati, il pagamento va effettuato con bonifico bancario, postale e con altri pagamenti purché non siano contanti. Per quanto riguarda gli interventi, tutte le informazioni devono essere trasmesse all’Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie e lo sviluppo economico sostenibile.

bonus acqua 2021

Il Bonus Idrico

Nella Legge di Bilancio è stato introdotto un altro bonus per ridurre i consumi d’acqua. Si tratta del Bonus Idrico: 1000 euro per privati cittadini residenti in Italia che hanno installato sanitari a scarico ridotto per ridurre il consumo d’acqua. Rubinetteria, soffioni, colonne d’acqua, sanitari in ceramica, verranno sostituiti con nuovi apparecchi che riducono il consumo dell’acqua. Le modalità per richiedere questo bonus ancora non sono state definite, ma sarà sufficiente seguire gli aggiornamenti nella pagina dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon