JP Morgan apre i battenti alle criptovalute, via al trading estensivo

Criptovalute e Jp Morgan

Nel mondo del trading, il mercato delle criptovalute è sicuramente uno di quelli che suscita maggiormente l’interesse degli esperti. Con il successo riscosso negli ultimi anni dalle maggiori criptovalute, non è strano che anche le grandi banche valutino le potenzialità di questo mercato. Ciò è particolarmente vero per le banche commerciali statunitensi come la Morgan Stanley, per alcuni dei più grandi fondi privati come Stone Ridge e Soros e per la JP Morgan.

Quest’ultima, uno dei colossi più importanti del settore degli investimenti, ha deciso di puntare sul trading di criptovalute. Negli ultimi giorni, infatti, è stata concessa l’autorizzazione agli esperti della banca per eseguire le transazioni con le cripto per conto dei propri clienti. Una svolta importante, poiché la banca diventa di fatto la prima banca commerciale statunitense a fare trading estensivo con le criptovalute.

A chi sarà riservato il servizio di JP Morgan e quali criptovalute saranno trattate?

La JP Morgan tratterà, almeno per il momento, questi 5 “tipi” di criptovalute:

  • Bitcoin Trust; Bitcoin Cash Trust; Ethereum Trust ed Ethereum Classic legate alla Grayscale Investments.
  • Bitcoin Trust legata a Osprey Funds

La banca, inoltre, ha reso noto che tale servizio sarà accessibile a tutti i propri clienti che si affidano a loro per le consulenze. Il range dei fruitori comprende, quindi, anche i clienti che non si servono direttamente della banca per fare trading o quelli che si affidano a consulenti esterni.

Un aspetto importante da considerare è il fatto che i consulenti non potranno proporre o consigliare una specifica criptovaluta, ma potranno operare solo in base alle preferenze espresse dai clienti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon