Una rotonda sotto al mare

Di Redazione

“Una rotonda sul mare
Il nostro disco che suona
Vedo gli amici ballare
Ma tu non sei qui con me
Qui con me”

Così cantava Fred Bongusto nel lontano 1964. “Una rotonda sotto al mare,” invece, potrebbe diventare il tormentone – musicale ma non solo – delle Isole Faroe.

Spieghiamo. Le isole Faroe sono un paradiso praticamente incontaminato situato nell’Oceano Atlantico del Nord; parliamo di 18 isole di origine vulcanica comprese tra l’Islanda e la Norvegia, che godono di un governo autonomo pur facendo parte del Regno di Danimarca.

Rotonda sotto il mare

La caratteristica principale di questo luogo dall’atmosfera magica, oltre ai paesaggi mozzafiato e alle scogliere a strapiombo sull’oceano, sono i tunnel sottomarini con i quali ci si può spostare tra le principali isole.

Fino a poco tempo esistevano infatti ben due tunnel edificati sotto il livello del mare ma a breve sarà possibile percorrere un nuovo megatunnel sottomarino della lunghezza di 11,24 chilometri.

L’Eysturoy Tunnel, percorso da una strada a tre corsie, consentirà di raggiungere la capitale Tórshvan da due punti dell’isola Eysturoy, riducendo il tragitto da percorrere da 55 a soli 17 chilometri.

L’elemento più particolare di questo percorso è la presenza di una rotatoria alla profondità di ben 180 metri sotto il livello del mare, unica al mondo.
Ma non è finita qui. Per rendere più suggestivo lo scenario sottomarino è stata commissionata la decorazione di questa rotonda ad un artista del posto, Tróndur Patursson. Il design scelto è a dir poco mozzafiato, reso ancora più incredibile da statue e da effetti luminosi blu utilizzati per abbellire l’imponente struttura.

L’intero progetto è venuto a costare circa 166 milioni di dollari ed è stato ultimato in circa tre anni, con un ampio margine di anticipo rispetto alle stime fatte in precedenza. L’inaugurazione si terrà il 19 Dicembre 2020.
Il tunnel sarà percorribile in soli 16 minuti in automobile, risparmiando un significativo quantitativo di tempo, spostandosi appunto sotto l’oceano.

È inoltre in fase di sviluppo la costruzione di un tunnel molto simile in lunghezza che collegherà Tórshavn e l’isola meridionale di Sandoy, il cui completamento è previsto per il 2023.

Facebook
Twitter
LinkedIn