Cos’è e come funziona l’energia eolica

Cos’è e come funziona l’energia eolica

Tra le fonti di energia alternativa, quella eolica è sicuramente la più affascinante. I pali adibiti alla raccolta di energia cinetica tramite il vento rappresentano uno scenario unico all’interno dei paesaggi naturali rendendoli altamente suggestivi.

Se, oltre ad ammirarli, vi siete mai chiesti come funziona l’energia eolica, quali sono i benefici e quali sono i principali usi di questa energia naturale e pulita, in questa breve guida vedremo di dare risposta a queste domande.

Inoltre, in questo particolare momento, è molto importante capire qual è la migliore direzione da prendere per quanto riguarda un minore inquinamento ambientale e quali sono le fonti di energia sostenibile e alternativa di cui fare maggiormente uso, limitando il rilascio nell’atmosfera di ulteriore gas serra.

L’energia eolica è una fonte di energetica rinnovabile che non produce gas serra. Si tratta di un’energia che veniva sfruttata già nell’antichità e che anche noi dovremmo riconsiderare sotto una nuova luce: quella che ci potrà portare verso un futuro più pulito e sostenibile, per noi e per la terra.

Definizione e funzionamento dell’energia eolica

L’energia eolica è una fonte energetica pulita di tipo rinnovabile e inesauribile che sfrutta l’energia cinetica prodotta dal vento, ossia dal movimento dell’aria sulla superficie terrestre.

Ma come si converte l’aria dell’atmosfera terrestre in energia utile? Attraverso le turbine eoliche o aerogeneratori, macchine che convertono l’energia cinetica del vento, ossia dell’aria che si sposta da una parte all’altra, in energia meccanica.

Il vento fa girare le pale e questa energia cinetica si trasforma nel generatore in energia meccanica e poi l’energia meccanica, per mezzo di una dinamo, in energia elettrica.

Pala eolica

Com’è composta una turbina eolica?

Pale: costruite secondo una forma aerodinamica, si occupano di raccogliere il vento
Rotore: è la parte dove sono fissate le pale
Torre: la struttura che sostiene la navicella e le pale

I parchi eolici

Esistono diversi tipi di impianti tra cui i parchi eolici con aerogeneratori di grandi dimensioni, i parchi mini-eolico e addirittura i parchi detti micro-eolico. Questi ultimi piccolissimi pali eolici possono trovarsi sul tetto delle abitazioni comuni che vogliono fare uso di energia pulita e sostenibile. I parchi eolici, a seconda della loro collocazione, si dividono in on-shore e off-shore.

  • Gli impianti eolici on-shore sono installati sulla terraferma prediligendo zone in cui è presente un moto ventoso di una certa entità;
  • Gli impianti eolici off-shore vengono invece collocati sul mare, sfruttando l’abilità del vento di fornire le condizioni ottimali per la conversione di energia lontano dalla costa.
  • Gli impienti eolici near-shore che si trovano entro dieci chilometri di distanza dal mare.

Esistono infine due diversi tipi di aerogeneratori eolici, uno ad asse orizzontale e uno ad asse verticale. Un generatore ad asse orizzontale ha un asse di rotazione orizzontale al suolo, la sua torre va dai 60 ai 100 metri e la lunghezza delle pale eoliche dai 20 ai 60 metri. La sua potenza energetica è molto variabile perché può generare una potenza che può andare da zero kW fino a 5-6 MW, in funzione della ventosità del luogo e del tempo.

Un generatore ad asse verticale si differenzia totalmente da quello orizzontale perché le pale non sporgono perché collocate in maniera verticale intorno al generatore anch’esso in verticale. Queste pale eoliche sfruttano il vento proveniente da qualsiasi direzione ed è molto resistente alle forti raffiche di vento e non necessita di doversi orientare di continuo.

Parco eolico

Vantaggi e svantaggi dell’energia eolica

Il sistema di tipo orizzontale presenta degli svantaggi a livello di velocità: incorpora infatti un sistema frenante che impedisce di superare una determinata soglia di velocità per conformazione e maggiore sicurezza. Inoltre, l’asse deve essere posto in maniera parallela rispetto alla direzione del vento altrimenti il tubo dell’impianto, essendo in verticale, ostacolerebbe l’efficienza dell’impianto.

D’altra parte, gli impianti di tipo verticale sono molto rumorosi, ma offrono notevoli vantaggi derivati dal non essere condizionati dalla direzione del vento. Questi piccoli svantaggi funzionali possono essere superati attraverso l’innovazione tecnologica e lo sviluppo dei lavori sugli impianti. L’energia eolica ha vantaggi notevoli che non vanno sottovalutati:

Vantaggi

  • è un’energia pulita, completamente verde e non apporta sostanze dannose o inquinanti sulla terra;
  • è una fonte energetica rinnovabile e inesauribile, facile da reperire ed è costante e continua;
  • l’impatto ambientale è molto basso;
  • gli impianti eolici hanno una vita durevole, con un funzionamento efficiente di almeno 25 anni senza necessità di particolari interventi;
  • i costi di installazione dell’impianto sono minori rispetto a quelli relativi ad altre fonti di energia;
  • richiede bassi costi di manutenzione dovuti all’aumento dell’efficienza strutturale.

Svantaggi

Questa fonte di energia purtroppo si presenta in forma discontinua e le pale eoliche hanno un costo elevato che si ammortizza solo nel lungo periodo. Si tratta di un investimento notevole che si ripaga con il tempo ma che offre indubbi vantaggi sull’ambiente.

Un altro svantaggio odierno ma che è in via di sviluppo potrebbe riguardare l’inquinamento acustico e l’impatto visivo sul paesaggio. Sono svantaggi discutibili e di poco conto in relazione ai vantaggi sull’ambiente e sul futuro dell’esistenza umana sulla terra.

Energia eolica per un presente sostenibile

Pale eoliche mare

L’energia eolica ha una storia millenaria ma solo oggi, attraverso le tecnologie a disposizione, possiamo sfruttarne al massimo i vantaggi. L’energia eolica è una delle fonti energetiche che si spera sostituiscano quelle esistenti e in uso che sono in via di esaurimento, nonché altamente inquinanti e ormai insostenibili. La svolta energetica è indispensabile per far sì che si possa continuare a vivere su questo pianeta senza intaccare ancora le sue risorse in esaurimento.

Secondo le stime, questa energia verde entro il 2030 potrebbe coprire il 20% della domanda elettrica globale. Il carbon neutral dell’eolico è in costante sviluppo e potrà apportare benefici significativi per la riduzione di CO2 nell’atmosfera di oltre 3 miliardi di tonnellate annue. In paesi come la Danimarca un quarto del fabbisogno energetico è generato dalla potenza dell’eolico.

Senza dubbio, le energie rinnovabili sono le energie del futuro: abbiamo tra le mani strumenti molto potenti in grado di garantire il benessere degli esseri viventi su questo pianeta. Inoltre, le energie rinnovabili domestiche consentono di risparmiare a livello economico sul medio e lungo periodo e suggeriscono appunto che è arrivato il momento di pensare in grande, di pensare in prospettiva, di pensare al futuro.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Indice
Cerca su Elon