Oslo fucina di creatività con il nuovo Museo Munch

museo Munch di Oslo

Tredici piani, undici gallerie, auditorium per conferenze, sale per concerti e spettacoli, cinema, libreria, bar, ristoranti: il Munchmuseet è un grattacielo di creatività e innovatività. Aprirà il 22 Ottobre, ma le aspettative sono altissime. Firmato dagli architetti di Madrid Juan Herreros e Jens Richter, questo nuovo spazio nella capitale norvegese è una struttura in vetro di ben 57 metri. Si affaccia su una zona riqualificata recentemente: l’ex area portuale di Bjørvika, che in questi anni sta diventando un punto di riferimento per gli eventi culturali in città.

Alcuni ambienti sono visitabili già da ora

Anche se l’inaugurazione è fissata per il 22 Ottobre, ci sono alcune aree di ristorazione visitabili sin da subito: la caffetteria al piano terra e il bar nella sommità del grattacielo. Proprio da lì si può ammirare lo skyline della città in tutta la sua bellezza. La facciata dell’edificio si ispira al rapporto del pittore norvegese con la sua terra natia. Infatti, è realizzata con alluminio perforato, così da cambiare colore in base al cielo.

Il Munchmuseet si divise in 2 sezioni: una dinamica e una statica. La prima è quella in cui si terranno performance varie e si affaccerà sulla città. L’altra statica, ospiterà la collezione nelle condizioni migliori per garantire una maggior salvaguardia. Efficienza energetica e ventilazione naturale nella sezione dinamica garantiranno un approccio green.

L’edificio, il suo approccio concettuale e i suoi sistemi di costruzione – ha dichiarato l’architetto Juan Herreros – vogliono essere espressione dell’impegno collettivo della società norvegese nei confronti dell’ambiente, così da riflettere le sfide del presente e il desiderio d’innovazione che ci porterà in un futuro migliore”.

All’interno si troverà l’eredità di Munch per la città di Oslo: 26 mila opere d’arte (tra le quali la monumentale “The Sun di quasi 8 metri) e i suoi scritti. Il più grande centro d’arte e cultura dedicato a un singolo artista, non solo nella città norvegese, ma anche tra i primi al mondo per dimensioni.

Accanto alle opere del celeberrimo autore de “L’Urlo” (che sarà presente nelle diverse versioni) ci saranno artisti contemporanei che riflettono il suo insegnamento ed esposizioni temporanee internazionali.

I biglietti per l’inaugurazione del museo munch sono gratuiti

Sul sito si può leggere l’annuncio della direzione: “Tutta la città è invitata all’apertura“. Il museo per il fine settimana sarà gratuito, i biglietti gratuiti si possono scaricare fin da ora sul sito di Munchmuseet. Lo Start è fissato per il 22 Ottobre alle ore 17 con un evento polivalente, allestito sia nell’area interna che in quella esterna, tra performance, arte digitale, concerti e tantissime sorprese. Sono già in tantissimi i norvegesi che hanno scaricato il proprio ticket di accesso. I posti sono limitati. Se volete partecipare, affrettatevi!

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon