Torre Cselt, il laboratorio in altezza di Torino

Torre Cselt

Con i suoi 75 metri di altezza, la Torre Cselt è uno degli edifici più alti di Torino. Progettata dall’architetto Nino Rosani per il Centro Studi E Laboratori Telecomunicazioni fondato nel capoluogo piemontese nel 1961, ha ospitato uno tra i più importanti centri di ricerca mondiali nella ricerca applicata nel campo delle telecomunicazioni. Il Cselt è poi confluito in Telecom Italia e oggi è parte di TILab.

Il fabbricato presenta strutture portanti in cemento armato e solai in laterizio armato. Il solaio di copertura è stato progettato in modo analogo a quelli di interpiano, in previsione di possibili sopraelevazioni future. Le pareti perimetrali sono in calcestruzzo, mentre i serramenti sono realizzati con profili estrusi in alluminio anodizzato e vetri colo bronzeo. I frangisole, infine, sono costituiti da pannelli di alluminio canettato.

Torre Cselt di Torino, archiviostorico.telecomitalia.com

La progettazione dell’edificio prevedeva che sia i laboratori sia gli uffici si affacciassero sul medesimo corridoio, per favorire il contatto tra personale di ricerca e tecnici. In cima alla torre era presente un laboratorio per lo studio della radiotrasmissione delle antenne, esperimenti di propagazione e collegamenti radio.

La torre si presenta come la rielaborazione funzionale di un serbatoio idrico, ma allo stesso tempo la sua forma rievoca le colonne classiche attraverso alcuni elementi comuni quali, ad esempio, le scanalature laterali. Il fusto è in calcestruzzo armato a sezione cava e a forma triangolare inscritto in un cerchio di 4,60 metri, mentre il locale misure sulla sommità è costituito da un salone dodecagonale inscritto in un cerchio di diametro di 10 metri e mezzo.

Qui sono disponibili alcune foto storiche della Torre Cselt raccolte dall’Archivio Storico del Gruppo Tim.

Leggi anche: lista grattacieli di Torino.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon