Così cresce la fame di Internet degli italiani

smart-city-5g

Negli ultimi tempi abbiamo assistito allo sviluppo di numerosi gestori telefonici, soprattutto virtuali, in grado di offrire un servizio di qualità che include un gran numero di Giga per navigare in Internet a un prezzo estremamente conveniente.

Nel 2020 si è infatti registrato un abbassamento dei prezzi per le promozioni telefoniche rispetto al 2019, assicurando peraltro – come detto – un numero più elevato di Giga da usare per navigare online.
Sfruttando un’analisi statistica effettuata da SOStariffe è possibile analizzare nel dettaglio i cambiamenti registrati nel mondo della telefonia mobile nell’ultimo periodo.

Il braccio di ferro è sui GB (+33,5%). 
Analizzando le tariffe ricaricabili di compagnie telefoniche che offrono chiamate, messaggi gratis e dati, si può notare come tra il 2019 e il 2020, il canone mensile è sceso del -10,1%.
Siamo passati quindi da una media di 11,68 euro nel 2019 a 10,49 euro nel 2020.

Una diminuzione del prezzo però non comporta necessariamente dei tagli all’offerta; le promozioni, infatti, offrono addirittura un maggior numero di minuti da spendere gratuitamente in chiamata rispetto allo scorso anno.
Sempre meno usati sono invece gli SMS, passati in sordina dopo l’avvento dei vari social di messaggistica (WhatsApp su tutti) che consentono una più rapida e scorrevole comunicazione. 

Possiamo dire che quasi tutto si basa su Internet; proprio per questo le compagnie trovano il loro punto di forza nell’offerta di tanti GB inclusi nelle varie offerte. 
Se nel 2019 mediamente il traffico dati offerto era di circa 39 GB, col nuovo anno c’è stato un incremento del 33,5% arrivando ad una media di 51 GB disponibili.

Tutto ciò riguarda gli operatori virtuali, ovvero compagnie telefoniche che usufruiscono delle reti di proprietà di altri gestori per assicurare il loro servizio. Per quel che riguarda le compagnie che posseggono una rete propria, vi è stato un lieve incremento del 4,9% del costo mensile delle proprie offerte.

Con questo incremento ci si aspetterebbe un numero più consistente di minuti, messaggi e dati, ma non è proprio così. Infatti le offerte comprendono meno minuti e meno SMS.

Le compagnie hanno deciso di puntare su una quantità maggiore di dati di navigazione, incrementandola del 42,2%. Con una media di 66,78 GB rispetto ai 46,96 del 2019.

Tag >
Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti

Posts not found

Cerca su Elon