Per Bill Gates e Jeff Bezos la carne vegana sarà il business del secolo

veg-burger

Bill Gates e Jeff Bezos credono che il futuro sia la carne vegana, e ci credono talmente tanto da averci investito una piccola fortuna. Stiamo parlando di “Nature’s Fynd“, un’azienda di Chicago che produce carne vegana utilizzando un fungo. Anche Al Gore ha deciso di seguire i due magnati nel loro investimento. In totale sono stati raccolti ben 158 milioni di dollari, per un’azienda che al momento non è nemmeno una società.

Nature’s Fynd e la sua carne vegana

L’azienda Nature’s Fynd inizialmente aveva un altro nome: Sustenaible Bioproducts. Era il 2012 quando Thomas Jonas e Mark Kozubal, ora rispettivamente Ceo e Chief Scientific Officer, avevano deciso di investire tutto su un fungo super proteico. Era stato proprio Mark Kozubal a scoprire questo fungo derivante dal ceppo flavolapis del Fusarium.
La proteina di questo fungo è Fy, comprendente ben 9 amminoacidi essenziali, ricco di vitamine, fibre e minerali. Secondo quanto annunciato dall’azienda, basta una piccola scorta di questo fungo per avere una scorta illimitata di questa proteina. Fy permette di risparmiare il 99% di terra rispetto all’allevamento per la produzione di carne bovina e l’87% di acqua in meno.

Carne vegana

Fy si distingue dagli altri tipi di carne vegetariana a cui siamo abituati, perché è a base di funghi, quindi più proteica e a basso contenuto di grassi saturi, in quanto i funghi sono considerati un regno a parte, più vicino a quello animale che vegetale. La proteina Fy si ottiene attraverso un processo di fermentazione e può essere trasformata sia in prodotti liquidi e cremosi, che dalla consistenza simile alla carne.

Il pensiero di Bill Gates

Più volte il magnate di Microsoft si è espresso favorevole alla carne vegana. Per lui tutti i Paesi ricchi dovrebbero assumere esclusivamente carne vegetale al 100%, ciò ridurrebbe le emissioni di CO2. Infatti, il 30% del pianeta è dedicato alla produzione di mangimi e al pascolo. Al programma The David Rubenstein Show, ha dichiarato:

“Le sole mucche (negli allevamenti intensivi) contribuiscono a circa il 6% delle emissioni globali. Se tutti i bovini del mondo si unissero per dare vita al loro paese, sarebbero il terzo più grande produttore di gas serra al mondo. Quindi è da qui che dobbiamo partire con il cambiamento”.

Negli ultimi anni il consumo di carne vegetale è aumentato, anche grazie alla maggiore sensibilità verso la sostenibilità ambientale, se dovesse continuare così (come Bill Gates auspica), il finanziamento di Nature’s Fynd potrebbe rivelarsi un business miliardario.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon