L’Ambasciata d’Italia in Brasile ottiene la certificazione Zero Waste

zero waste, save planet

12 aprile 2021, una data molto importante per l’Ambasciata d’Italia situata a Brasilia.
La sede diplomatica è la prima al mondo a ricevere la certificazione ‘Zero Waste’ dell’Istituto Lixo Zero Brasil. Un traguardo che inorgoglisce tutti, italiani e non, e che lancia un vero e proprio messaggio di speranza per l’ambiente.

L’obiettivo zero rifiuti

La strategia Zero Waste permette di riprogettare la vita ciclica dei rifiuti, trasformandoli in risorse da utilizzare nuovamente. E la sede diplomatica – situata nel mezzo della capitale federale brasilana, occupando un’area di 25mila metri quadri – riesce a sfruttare il 100% dei rifiuti organici come fertilizzante da impiegare all’interno dell’Ambasciata stessa.
I rifiuti riciclabili ed elettronici, invece, sono donati alle cooperative partner, assicurando numerosi posti di lavoro tramite la vendita del materiale. Alla discarica vengono così destinati – come sottolinea l’ingegnere ambientale Luciana Souza, del progetto Zero Waste – meno di 2 chili di rifiuti al giorno.

E Rodrigo Sabatini, Presidente dell’Istituto Lixo Zero Brasil e Direttore della Zero Waste International Alliance, si augura che ben presto l’esempio possa essere seguito da altre Ambasciate.

Francesco Azzarello e Rodrigo Sabatini

L’Ambasciata Zero Waste tutta verde

Ma questo non è l’unico risultato. La sede italiana, infatti, è anche riuscita a eliminare del tutto i bicchieri di plastica ed è già stata insignita del titolo di prima Ambasciata Verde della capitale federale. Nel 2010 ha iniziato un percorso di promozione di soluzioni tecnologiche eco-sostenibili per la produzione di energia e per lo smaltimento e il riciclo delle acque.

Un punto di riferimento della sostenibilità

Abbracciare la soluzione Zero Waste significa cambiare definitivamente stile di vita; significa piantare il ruolo di consumatore nel terreno fertile del recupero e del post-consumo.
E questo è lo scopo perseguito dall’Ambasciata.
L’Italia – come sottolinea l’ambasciatore Francesco Azzarello – si fa ancora una volta punto di riferimento nel settore della sostenibilità ambientale. Un piccolo grande traguardo verde verso il possibile cambiamento.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon