A New York arriva il grattacielo a spirale (nuovo quartier generale Pfizer)

Di Redazione

Nei cieli della Grande Mela svetta un nuovo grattacielo. Si tratta di Spiral, il grattacielo a spirale progettato da BIG (Bjarke Ingels Group) i cui spazi saranno il futuro quartier generale della nota azienda farmaceutica Pfizer.

Il grattacielo a spirale di New York: quanto è alto?

Spiral, il grattacielo a spirale che domina i cieli di New York, si contraddistingue per un’altezza di 314 metri. Come sottolineato da diversi media nelle ultime settimane, può essere tranquillamente annoverato tra gli edifici più alti della Grande Mela.

Entrando nel vivo del confronto con altri grattacieli, è possibile chiamare in causa il Chrysler Building, che risulta più alto ma solo di pochi metri.

Spiral, il futuro quartier generale di Pfizer

Il grattacielo Spiral si può ammirare da subito a New York (per la precisione nella zona situata tra l’High Line e l’Hudson Boulevard Park), ma non è stato ancora completato. La fine dei lavori, infatti, è prevista per il 2022. Gli spazi di questo edificio speciale saranno destinati al quartier generale di Pftizer, colosso farmaceutico al centro dell’attenzione mediatica per via dei vaccini anti Covid-19.

Il nuovo grattacielo a spirale di New York © BIG-Bjarke Ingels Group

Le caratteristiche architettoniche

A questo punto, viene naturale chiedersi quali siano le peculiarità architettoniche del grattacielo Spiral. Con i suoi 65 piani, si contraddistingue per un design che unisce caratteristiche di minimalismo e dettagli di raffinatezza.

Descrivere questo mix significa, per forza di cose, chiamare in causa le terrazze che girano intorno all’edificio e, man mano che si procede verso l’alto, si assottigliano. Questa caratteristica è il motivo per cui il grattacielo è stato denominato Spiral e ha una forma che sta facendo parlare il mondo.

La massa del volume richiama un edificio storico dello skyline newyorchese, ossia il Rockefeller Center, le cui linee vedono una coesistenza tra Art Decò e architettura modernista.

Ma il grattacielo Spiral aggiunge al classico modello di edificio newyorkese molti aspetti innovativi. Tra questi, è possibile citare la ricerca di una continuità tra spazi interni ed esterno, insieme alla ricerca di ambienti caratterizzati da doppie altezze. Esemplificativo di questo approccio è il contesto della hall, che presenta un soffitto con un’altezza superiore ai 9 metri.

The Spiral New York
Crediti BIG-Bjarke Ingels Group

Il ruolo del verde e del comfort

Nell’ambito delle peculiarità del grattacielo a spirale di New York, non si può non fare riferimento al ruolo della sostenibilità. Tra gli aspetti che caratterizzeranno l’edificio, rientra la presenza di giardini pensili che copriranno l’intera altezza della struttura.

Tutti questi dettagli contribuiranno a rendere il grattacielo, dove non mancheranno spazi informali e dedicati alle attività ricreative, “lo spazio collaborativo ideale”, definizione utilizzata da Rob Speyer della società di real estate Tishman Speyer, nell’ambito di alcune dichiarazioni rilasciate al magazine Dezeen.

Facebook
Twitter
LinkedIn