Il tunnel sottomarino più lungo del mondo sarà di 100 km e si chiamerà FinEst

Finest-Talinski, tunnel sottomarino

Collegare la capitale della Finlandia, Helsinki, con quella dell’Estonia, Tallin, separate dal Mar Baltico per un centinaio di chilometri, con un tunnel sottomarino. Si può fare e si farà: si chiamerà FinEst Link (o Talinski) e sarà la galleria sommersa più lunga del mondo.

Dopo lo studio di fattibilità del 2018, partiranno infatti i lavori del tunnel ferroviario sottomarino che, con i suoi 50 km di binari sotto il livello del mare, supererà in lunghezza il tunnel della Manica e quello del Seikan. L’inaugurazione del tunnel è prevista per il 2024, ma probabilmente non ci saranno treni in moto prima del 2030. I costi del cantiere si aggirano tra i 10 e i 13 miliardi di euro.

L’importanza di questo nuovo corridoio tra il Mare del Nord e il Baltico è immensa. Secondo i dati e le stime disponibili è verosimile dire che, in un anno, oltre i 12,5 milioni di persone percorreranno il tunnel.

Il tunnel sottomarino sarà lungo 100 km, di cui 50 km saranno scavati nel fondale marino fino a raggiungere circa 200 metri di profondità. In realtà, i tunnel saranno due, con un diametro compreso tra i 10 e i 17 metri. La distanza fra i due percorsi sarà meno di 100 metri.

Sono previste quattro stazioni intermedie, e il collegamento ai due aeroporti internazionali. Verrà edificata, inoltre, un’isola artificiale proprio davanti a Helsinki per permettere il passaggio dei binari. Anche il tipo dei binari non sarà il tipico usato nei territori del Baltico: la decisione è dovuta alla possibilità dell’integrazione e dell’espansione di questo sistema ferroviario a quello europeo, in futuro.

Quali sono i vantaggi del tunnel sottomarino?

Il più grande potenziale del tunnel sottomarino risiede sicuramente nella facilitazione dei trasporti e del pendolarismo tra Helsinki e Tallin . Le due città distano solo 80 km in linea d’aria, ma per viaggiare da una all’altra i mezzi non sono ne molti ne comodi; le alternative, infatti, sono principalmente due: navigare da una sponda all’altra del Mar Baltico con un traghetto, o in macchina percorrendo ben 800 km attraversando il territorio russo. Non proprio una comodità, ecco. (Il tunnel sottomarino, tra l’altro, libererebbe la Finlandia dall'”obbligo” di passare dalla Russia) per raggiungere l’altra sponda del Mar Baltico. Questa piccola-grande rivoluzione, allora, eliminerebbe anche l’influenza russa sul Paese. Tutto ciò, al momento, certo non agevola i cittadini delle due capitali, che molto spesso lavorano oltre confine per gran parte della settimana.

Un altro aspetto molto importante da considerare è la presenza dell’aeroporto di Helsinki. Questo, infatti, è l’aeroporto europeo più accessibile dall’Oriente, vista la vicinanza ai paesi asiatici. Grazie ai treni ad alta velocità, il tunnel sottomarino permetterà il transito da una città all’altra molto più facilmente anche per i turisti, rendendole di fatto un’unica realtà. Il costo per una corsa, dalla durata di circa mezz’ora, ammonterà probabilmente a circa 50 euro.

I principali finanziatori del Talsinki: la Finest Bay Arena

Il via libera al progetto ha portato con sé anche delle critiche, soprattutto riguardanti i finanziamenti cinesi in arrivo grazie a Peter Vesterbacka, ideatore di Angry Birds e proprietario della Finest Bay Area Development, la società a capo del progetto. Il timore più grande è che vi siano condizionamenti sull’equilibrio dei Paesi coinvolti da parte della Cina.

Tunnel sotto/sopra-marini: gli altri progetti

ll FinEst sono solo il primo esempio di tunnel sottomarino di queste dimensioni. Infatti, sono già partiti i lavori del Fehmarn Belt, il tunnel che collegherà Germania e Danimarca, “unendo” l’isola di Lubecca (territorio tedesco) e quella di Lolland (terra danese). Quest’ultima è l’isola dove si trova la capitale, Copenhagen, il centro dell’economia della Danimarca.
In questo caso, tuttavia, non si parla di tunnel sottomarino scavato nel fondale, bensì vi poggerà direttamente sopra; si toccheranno profondità di circa 40 metri, per un totale di 18 km di lunghezza. Per percorrerlo interamente a bordo di un treno si impiegheranno circa 7 minuti, in auto circa 10. La ferrovia sarà a doppio binario mentre l’autostrada avrà 4 corsie. Le spese, secondo le stime, ammonteranno a 7 miliardi. L’inaugurazione è stata stabilita per il 2029.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti