Social Media Summit, quanto incidono gli influencer sul turismo?

influencer e turismo

Gli influencer sono diventati determinanti in ogni settore economico. Compreso il turismo. Basti pensare a quanto la visita in Sardegna di Chiara Ferragni abbia inciso sulle prenotazioni nell’isola di quel periodo.

Da fenomeni in principio sottovalutati, le personalità che lavorano pubblicizzando i luoghi con i social sono diventati parte fondamentale dei progetti di marketing. Perfino il nostro governo, per incoraggiare le ultime generazioni a vaccinarsi, ha capito di dover parlare il loro linguaggio e ha arruolato influencer giovanissimi.

Gli influencer e il Social Media Summit

A Sharm el-Sheikh quest’anno si è tenuto un grande evento organizzato dall’azienda inglese Luxio Holdings. Il tema? Lo stato dell’influencer marketing e del turismo. A partecipare ai lavori della durata di ben 6 giorni, c’erano 36 persone tra influencer, blogger ed esperti digital. La cornice nella quale si sono svolti era un luogo suggestivo e ricco di fascino con sabbie bianche e acque trasparenti, Sharm el-Sheikh del resto è una meta prestigiosa del turismo internazionale. Gli incontri ed eventi vari si sono svolti all’interno di strutture alberghiere, yacht e sale conferenze.

Sharm El Sheikh

La rinascita del turismo

L’esperto italiano di digital PR Enzo Rimedio è intervenuto tra i primi. Secondo la sua opinione è proprio dallo storytelling di tutti gli addetti alla comunicazione che si può lanciare la rinascita del turismo. Ma non solo, anche gli utenti fanno la loro parte. Per questo è necessario che ogni brand investa in community management, piani di advocacy e user generated content. Solo così facendo è possibile avere un successo duraturo e gli stessi utenti possono diventare brand ambassador. Il suo intervento “Digital PR as the way to promote the tourism after the Covid pandemic” ha preso in esame la situazione globale del turismo, depauperato dalla pandemia, in cui – nella sola Italia – le strutture hanno subito un calo del 51%.

Il personal brand turistico

Il personal trainer e influencer del benessere Merijn Schoeber è intervenuto sul tema “Building a personal brand”. Secondo la sua esperienza il personal branding è una strategia di business fondamentale per il turismo. Nel suo intervento ha sottolineato come, dati alla mano, i social media influenzino direttamente e indirettamente le prenotazioni turistiche.

Il summit è stato un tale successo che il Ceo di Luxio Holdings, Luciano Fiore, ha dichiarato di voler organizzare ogni anno una nuova edizione sempre in nuovi posti extra lusso. Del resto, com’è stato più volte sottolineato durante il summit: “Il futuro è digital”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon