Cipro, Casa giardino in città

Di Giacomo Casarin

Riportare la natura nelle città non è un’idea nuova.
Ma si è fatta prepotentemente attuale durante il lockdown.
Le case sono diventate le protagoniste assolute delle nostre giornate: abbiamo riscoperto il valore essenziale del comfort e realizzato il bisogno di spazi esterni, siano essi giardini o terrazze, dove avere un contatto con il verde.

Aree private o condominiali, in cui praticare i propri hobby o rapportarsi con i vicini. Il Coronavirus ha reso evidente quello che la società ha da sempre accantonato in modo sistematico, ignorando e dimenticando le necessità degli individui: ora più che mai è importante sollecitare il processo di incorporazione della natura nei centri urbani.

Città come la capitale di Cipro, Nicosia, non sono riuscite a rendere il verde – privato e pubblico – una priorità nella pianificazione urbana. Il primo passo per incalzare il cambiamento consiste nel progettare spazi naturali incorporati nel volume edilizio.

La Casa Giardino progettata da Christos Pavlou Architecture a Nicosia enfatizza questa soluzione, mirando a una continuazione fisica con il verde pubblico adiacente.

Integrazione casa-giardino-quartiere

L’abitazione non si nasconde dietro recinzioni ma è completamente vetrata su più lati. L’obiettivo è stabilire una relazione fra giardino privato, verde pubblico e quartiere.
I diversi segni urbani – edificio, strada, spazio comune – non vengono trattati come elementi isolati, ma come un’unica configurazione omogenea, in modo che la casa diventi parte del parco e il parco sia incluso nella casa.

Non solo tutti gli ambienti della casa si proiettano verso gli spazi esterni, ma l’organizzazione interna è anche strutturata intorno a un cortile centrale, posizionato tra due candidi volumi edilizi.

L’integrazione di aree verdi all’interno dell’abitazione ha determinato la piantumazione sul 60% della superficie del piano terra, la realizzazione della terrazza green al primo piano e la creazione di un habitat favorevole alle api, insieme alla presenza di quaranta tipi di fiori selvatici autoctoni.

In città, fare spazio alla natura significa apportare bellezza e proporzione al tessuto urbano, nonché promuovere il benessere dell’uomo. Infine, è l’unico modo per incoraggiare il ritorno di specie di uccelli e api locali in funzione del mantenimento di una biodiversità urbana.

LA SCHEDA

Progetto: The Garden House in the city
Luogo: Nicosia, Cipro
Progettista: Christos Pavlou Architecture
Paesaggista: Solomou Landscaping
Area costruita: 182 mq
Fine lavori: 2019
Crediti fotografici: ©Charis Solomou

Tag >
Facebook
Twitter
LinkedIn