Auto elettriche, come funzionano e tutto quello che c’è da sapere

Ricarica Tesla auto elettrica

Come funzionano le auto elettriche? È una domanda che tantissime persone si pongono, perché oggi siamo nel pieno di una rivoluzione tecnologica che ha investito e modificato il nostro modo di vivere. L’automotive, con le auto elettriche, sta reinventando completamente il proprio settore che – nel bene e nel male – è destinato ha lasciarsi alle spalle la produzione di macchine a emissioni inquinanti.

Le auto elettriche che troviamo oggi in commercio si basano su un sistema totalmente diverso rispetto al passato. Diverso fin dal concept, e basato su tecnologie che un tempo erano semplicemente impossibili. Infatti, incorporano elementi all’avanguardia come:

  • infotainment e schermi touch
  • parcheggio assistito
  • centinaia di chilometri di autonomia con una ricarica
  • attenzione all’impatto ambientale
Simbolo auto elettriche

Queste sono solo alcune delle caratteristiche che contraddistinguono le auto moderne più innovative. Oggi l’elettrico non è solo una moda ma una necessità, e perfino il settore delle auto sportive di lusso, come Porsche, Lamborghini e Ferrari hanno in progetto (o hanno già messo sul mercato) modelli dedicati, completamente elettrici.

Come funziona un’auto elettrica?

Le auto elettriche vengono spinte da un motore elettrico capace di utilizzare l’energia immagazzinata nelle batterie agli ioni di litio e di trasformare l’elettricità nell’energia meccanica indispensabile per permettere a un’autovettura di muoversi e sfrecciare lungo la strada.

Più nello specifico, l’energia elettrica viene accumulata all’interno delle batterie, attraverso un inverter che trasformando la corrente continua in corrente alternata la invia al motore elettrico. Quando si rilascia l’acceleratore o si frena, il motore elettrico ha la doppia funzione di fungere da generatore e ricaricare la batteria in maniera autonoma.

I diversi tipi di auto elettriche

Quanti tipi e tecnologie diversi esistono per far funzionare un’auto elettrica? In generale, uno o più motori elettrici alimentati a batteria contribuiscono alla propulsione del veicolo e in alcuni casi permettono di risparmiare più o meno carburante. Per capire meglio come si possono diversificare, vediamo più da vicino una panoramica sui diversi sistemi che sono attualmente disponibili sul mercato.

Ibride

Un’auto Ibrida è un veicolo che combina il funzionamento a benzina con quello a elettrici. Queste macchine sono altamente performanti, permettono di risparmiare sui consumi e sulle emissioni, di salvaguardare il pianeta e possono fornire il meglio di entrambe le tecnologie. Una Plug-In Hybrid ricarica le proprie batterie elettriche sia tramite presa di corrente sia attraverso le frenate e l’andamento del motore.

100% elettriche

Le auto completamente elettriche, vengono chiamate BEV, acronimo di oggi sono una realtà che non era nemmeno pensabile qualche anno fa, tutti i maggiori brand corrono per non lasciarsi sfuggire il trend, per rimanere al passo con il desiderio di una mobilità sostenibile da parte dei cittadini. Così, accantonato lo scetticismo, si è passati a una produzione di massa che ha portato una vera e propria rivoluzione.

Le auto elettriche hanno come unico sistema di stoccaggio di energia delle batterie altamente performanti ricaricabili esclusivamente tramite collegamento a una presa di corrente.

Come si ricarica un’auto elettrica?

È possibile ricaricare l’auto elettrica sia in città (tramite colonnine), sia in casa (tramite installazione di una Wallbox).

Colonnine di ricarica

colonnina ricarica di Enel X per la ricarica di auto elettriche
Colonnina di ricarica Enel X

Le colonnine di ricarica sono presenti in città e stanno iniziando a comparire anche sulle autostrade. Esistono almeno due colonnine di ricarica:

  • standard
  • a ricarica veloce. Questo tipo di colonnina permette di ricaricare in sole 2 ore l’80% della batteria dell’auto elettrica

Ricarica casalinga tramite WallBox

Ricarica casalinga Juicebox di Enelx
Juicebox casalinga di EnelX

In alternativa alle colonnine pubbliche è possibile installare in casa un dispositivo di ricarica innovativa chiamato WallBox. La potenza di una WallBox è davvero efficace e permette di ricaricare in maniera efficiente una macchina elettrica o una ibrida in piena sicurezza. In alcuni casi, è possibile tramite un settaggio specifico, determinare le fasce orarie in cui si vuole far partire la ricarica. L’installazione di questi dispositivi viene regolata da norme apposite quali la CEI EN 61851-1.

Quanta autonomia hanno le auto elettriche?

Una domanda che spesso ci si pone riguardo le auto elettriche, è sicuramente la loro autonomia. Questo sicuramente non succede quando si parla di auto ibride, in quanto una volta scaricata la batteria entra in gioco la benzina.
Bisogna specificare che la risposta, ovviamente, non è univoca e dipende da fattori quali:

  • il tipo di auto
  • se a pieno carico oppure no
  • la temperatura esterna

Oggi esistono tipi di macchine 100% elettriche con autonomie fino a 400-700 km ed è per questo che il fattore “autonomia” non deve più spaventare chi sceglie di acquistare una macchina di questo tipo.

Le auto elettriche o ibride sono davvero sostenibili?

Quando si introduce il concetto del trasporto elettrico inevitabilmente si devono includere nel discorso anche le emissioni, l’impatto ambientale e la svolta green che questo tipo di auto può dare al pianeta.

Una macchina elettrica riduce le emissioni e permette di agire in maniera pratica sul trasporto urbano ed extraurbano così da ridurre le emissioni e far sì che le famiglie abbiano una concezione più completa del loro impatto ambientale. Inoltre, finita la propria vita si è stimato che un’auto elettrica abbia un costo sull’ambiente per il suo smaltimento di 300 volte inferiore a quello di un veicolo tradizionale.

Questo dato potrebbe aumentare ancora se si guarda alle stime ufficiali del mercato automotive dove secondo diversi studi oltre il 65% del cobalto e oltre il 20% de litio necessari alla costruzione di nuove batterie agli ioni di litio potrebbero provenire dal riciclo.

Conviene acquistare un’auto elettrica? Eco-incentivi e esenzione del bollo

Eco incentivi auto elettriche

Le auto elettriche rappresentano la nuova frontiera della mobilità e sempre più nazioni stanno investendo in maniera cospicua per far sì che diventino sempre più uno standard per la mobilità del privato cittadino.

Esistono infatti diversi eco-incentivi, che permettono di godere di determinati e importanti sgravi fiscali qualora si decida di acquistare questo tipo di auto. Per un privato che acquista un’auto 100% elettrica o una ibrida di ultima generazione, infatti vi è un ecobonus statale di oltre 6.000 euro, senza rottamazione. Con la rottamazione l’incentivo statale per l’acquisto di una macchina di questo tipo arriva fino ai 10.400 euro.

Infine, come ulteriore sgravio fiscale vi è l’esenzione del bollo per le auto elettriche per un periodo di 5 o più anni.

Le auto elettriche oggi hanno un funzionamento semplice e intuitivo che in molti casi racchiude il meglio dell’ingegneria automobilistica anche per quanto riguarda le funzioni di intrattenimento, possiedono autonomie poderose e possono essere ricaricate anche in casa tramite Wall Box, la cui installazione può esser fatta rientrare all’interno del Bonus Ristrutturazione erogato dallo Stato. Scegliere una macchina elettrica vuol dire risparmiare sia sull’acquisto che nel periodo successivo eliminando i bolli da pagare e può essere una scelta funzionale ed ecologica.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon