Non solo audio, ClubHouse apre ai messaggi di testo

Clubhouse backchannel

Anche ClubHouse si apre ai messaggi di testo. L’applicazione di audio protagonista dell’ultimo lockdown ha inserito una nuova funzionalità che tanti stavano aspettando, ma non è di certo priva di limiti.

Vi avevamo raccontato di come questo social network stesse dilagando, merito anche dell’esclusività che lo caratterizza: si accede solo su invito. Tuttavia, ultimamente, la moda è in controtendenza, dopo il picco di 8 milioni di utenti, non si sono registrati più numeri da capogiro e gli utenti attivi non sono cresciuti granché.

La novità di ClubHouse: Backchannel

Complice di questo calo, è anche la spietata concorrenza dei social network più anziani come Facebook e Twitter. Entrambi infatti, hanno introdotto una funzionalità stile ClubHouse ed è stata un successo. Facebook addirittura ha iniziato anche con i podcast per il mercato USA estivo.

La nuova funzionalità di ClubHouse si chiama Backchannel e consente agli utenti presenti nelle stanze di scambiarsi messaggi di solo testo o link, nessuna foto o video. Può essere utilizzata anche fuori dalle stanze di conversazione e il suo utilizzo è semplicissimo. L’icona è in basso a destra, affianco a quella di “Start a room”, e riproduce la forma dell’aeroplanino di carta, come quella di Telegram per fare un esempio.

La funzione Backchannel di ClubHouse, con i messaggi scritti, ottimizza l’esperienza sul social, in quanto permette a tutti di comunicare fra loro, può essere utilizzata dagli amministratori delle stanze per far porre domande alle persone, ecc… Ma non solo, si possono anche fare conversazioni con più partecipanti. Tuttavia la grande domanda è: la privacy è garantita? La risposta non c’è perché non viene mostrata alcuna notifica sulla crittografia dei messaggi. Ma forse qualcosa cambierà all’arrivo della seconda versione. In merito, l’azienda ha spiegato che ci saranno dei miglioramenti.

ClubHouse è finito?

Secondo diversi esperti, ClubHouse è un social che poteva funzionare durante il periodo di lockdown pandemico, quando si era costretti a stare tutti chiusi in casa. Ma ora, con l’estate, la ritrovata libertà, non è più così. Tuttavia, le partnership continuano a crescere. L’ultima è quella con i TED talk. La serie di conferenze formative e motivanti approderà anche sul social network con dei contenuti esclusivi e sponsorizzazioni. Sarà anche un modo di ovviare ai “disagi da covid” che impediscono di tenere i TED talk dal vivo come prima.

Per ora dunque, nonostante il calo fisiologico, ClubHouse è vivo e vegeto, pronto per nuove avventure.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon