Casa ecosostenibile tra green economy, riciclo e design

casa ecosostenibile

Cosa vuol dire avere una casa ecosostenibile?
L’architettura sostenibile non passa solo attraverso la bioedilizia: sono infatti numerose le idee di design che portano un po’ di ecologia anche all’interno delle mura domestiche, con oggetti e materiali naturali, riciclati o all’insegna della green economy.

Il programma Cradle to Cradle Products Innovation Institute, con sede in America e Amsterdam, mira a fissare standard globali per la realizzazione di prodotti sicuri e responsabili, secondo il principio “dalla culla alla culla” ideato da William McDonough e Michael Braungart e alla base dell’approccio di economia circolare.

Questo approccio prevede l’eliminazione di qualsiasi tipo di scarto nei processi industriali e cicli infiniti di riutilizzo. Svariati i settori coinvolti, dalla cosmesi alla moda, dai giocattoli al packaging, fino ai prodotti per la casa, intesi non solo come materiali da costruzione ma anche come rivestimenti, complementi di arredo e oggetti innovativi per rendere la propria casa più ecosostenibile.

10 progetti certificati cradle to cradle per una casa ecosostenibile

Ecco i 10 progetti più interessanti dedicati al settore “casa e arredamento” e certificati dall’Istituto Cradle to Cradle, selezionati dalla redazione di Elon:

Parquet Bauwerk Cleverpark e Multipark Silente

parquet Bauwerk

Si tratta di un parquet integrato con supporto insonorizzante che permette di ridurre il rumore da calpestio. Lo strato isolante è progettato per essere facilmente rimosso qualora il pavimento venga smantellato. Il legno inoltre proviene da foreste certificate e non utilizza colle o sostanze tossiche.

Rivestimenti ceramici Mosa

Piastrelle ecosostenibili

L’azienda olandese, con sede a Maastricht dal 1883, è la prima compagnia ceramica a vantare la certificazione Cradle to Cradle Silver per quasi tutta la sua collezione di piastrelle. I suoi prodotti, oltre a seguire il principio dell’economia circolare e contenere percentuali variabili di materiale riciclato, non rilasciano sostanze tossiche e sono Voc free.

Rivestimenti Xorel

Xorel bio

Dell’azienda americana Carnegie, i tessuti del brand Xorel sono realizzati al 100% di polietilene, la più comune fra le materie plastiche, e utilizzati come rivestimenti murali, tappezzerie e pannelli per finiture interne. Sono privi di cloro, plastificanti, metalli pesanti, coloranti tossici e sostanze chimiche dannose, antibatterici e non assorbenti. La versione Xorel Bio è realizzata in filato di polietilene derivato da risorse vegetali.

Illuminazione Soft Architecture Flos

flos-illuminazione

Questa collezione di sistemi di illuminazione è il risultato di un intenso lavoro di ricerca e sviluppo dell’azienda italiana, che mira all’utilizzo di materiali eco-friendly a basso impatto ambientale e sistemi a basso risparmio energetico come lampade Power Led.

Pavimenti linoleum Gerflor

pavimento linoleum

Il pavimento DLW è realizzato al 98% con materiali a base biologica (olio di lino, farina di legno, resine, sughero, minerali e tessuto di iuta). Il 76% del suo contenuto proviene da materiali rinnovabili e fino al 40% proviene da contenuto di riciclato.
La pavimentazione è prodotta con il trattamento superficiale Neocare esente da solventi e ha attività antistatica, batteriostatica e antivirale.

Lastre Obsidiana Compac

obsidiana compac

La collezione, composta da nove diversi modelli, è realizzata utilizzando solo vetro riciclato. Riciclabili al 100%, le lastre Compac permettono di creare elementi unici senza giunzioni

Mobili da esterno Loll

Mobili da esterno Lollygagger

Realizzati con polietilene ad alta densità riciclato e riciclabile, recuperato principalmente da brocche di plastica per il latte, questi mobili aggiungono un’estetica contemporanea agli spazi esterni.

Moquette CQuest Bio Interface

Moquette ecosostenibile

Questa tecnologia utilizza una miscela di bioplastiche e cariche minerali, rinforzata con fibra di vetro. Questa tecnologia è disponibile di serie su numerose collezioni di quadrotte per moquette prodotte dall’azienda, molto attiva sul fronte della sostenibilità anche con un programma che prevede il riutilizzo del materiale laminato (PVB) che impedisce la rottura dei parabrezza delle automobili nella produzione delle quadrotte.

Arredamento modulare USM Haller

arredamento USM Haller

Sistema di scaffalature e contenitori progettato per una funzionalità flessibile e un’estetica senza tempo. L’acciaio alla base dei prodotti è altamente riciclabile, i materiali utilizzati sono resistenti all’usura e hanno un basso livello di sostanze chimiche, i processi produttivi sono attenti all’efficienza energetica e alla massima riciclabilità in ogni fase.

Tessuti per la casa Atelier Green di Pfister
l’azienda è stata la prima a lanciare le tende “compostabili”. Nel frattempo la collezione Cradle to Cradle è stata ampliata con biancheria di spugna e da letto e altri prodotti. I tessuti sono tinti con sostanze chimiche e ausiliarie certificate. Anche le etichette, il filo e i bottoni sono completamene privi di sostanze tossiche, completamene biodegradabili e possono quindi essere reinseriti nel ciclo biologico.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon