Mercedes punta sulla mobilità elettrica con ben 8 autovetture EQ

mercedes-elettrica-eqs

Mercedes punta ancora di più sull’elettrico. Dopo il marchio EQ dedicato interamente alle autovetture elettriche, il prossimo obiettivo è di riuscire a produrre sempre più auto carbon neutral, fino a quando non costituiranno la maggior parte dei veicoli venduti entro il 2030.

Il mondo della mobilità, già da un po’ di tempo, punta a ridurre a zero le emissioni nell’atmosfera. Per riuscirci, si stanno sviluppando sempre più sistemi che sfruttano energie alternative. Tra questi, le alternative più quotate sono l’idrogeno e l’elettrico. Entro il 2022 sono previsti ben 8 modelli Mercedes-EQ alimentati del tutto da energia elettrica.

Mercede EQ ora sul mercato

Per l’idrogeno c’è ancora tantissima strada da fare, dato che le applicazioni pratiche sono ancora insufficienti per riuscire a tracciare un quadro generale ben definito. La situazione dell’elettrico invece è diversa, grazie all’inesorabile sviluppo degli ultimi anni. Fattore per cui tutte le case automobilistiche si stanno rimodellando su questo modello di mobilità sostenibile.

La mobilità elettrica di Mercedes

La maggior parte delle più grandi case automobilistiche si sta adoperando per restare competitiva sul mercato, adattandosi di conseguenza alla produzione di autovetture elettriche. E ci sono sempre più alternative tra cui scegliere, dalle utilitarie alle auto di lusso.

Tra le tante case automobilistiche interessate, Mercedes è una delle più attive sul fronte della nuova mobilità e si sta ritagliando un meritato posto di spicco. La conferma di tale impegno è il marchio EQ che tratta autovetture 100% elettriche.

mercedes elettrica eqa
Mercedes elettrica EQA

La strategia “Electric First” di Mercedes prevede altri 8 modelli di vetture EQ, oltre a quelli già noti. L’azienda ha dilazionato la presentazione dei vari modelli nel tempo in questo modo: durante il 2021 saranno presentate l’EQA, l’EQS e l’EQS AMG; il prossimo anno, invece, arriveranno anche la EQB e la EQE. La produzione di una mole così grande di veicoli comporta, ovviamente, l’ampliamento e il miglioramento della rete produttiva di Mercedes.

Qualche informazione in più sui modelli EQ

Mercedes ha numerosi impianti di produzione in giro per il mondo che può sfruttare per produrre i nuovi modelli EQ. Al momento sappiamo che l’azienda ha già iniziato a produrre le EQS, durante i mesi scorsi, affidando l’incarico alla Factory 56, situata a Sindelfingen in Germania. Mercedes produce anche le EQA in Germania ma in una località diversa, ovvero a Rastatt. In futuro la produzione si estenderà anche alla factory di Pechino, la Bbac. Mentre non è ancora la iniziata la produzione del modello EQB, prevista nel corso di quest’anno.

Attualmente, l’auto più rappresentativa della strategia Electric First di Mercedes è la EQS. Il grande successo riscosso durante la presentazione è data anche dalla grande autonomia elettrica assicurata, di circa 700 km, e dal fatto che le prestazioni sono state ottimizzate sfruttando per la prima volta l’Electric Vehicle Architecture.

Il modello EQ successivo sarà l’EQE, un’alternativa elettrica di una classe E, accompagnata da due ulteriori suv elettrici. Entro il 2025, poi, la gamma di autovetture sostenibili di Mercedes raggiungerà dimensioni ancora più grandi a causa dell’introduzione della piattaforma elettrica Mercedes-Benz Modular Architecture (Mma), destinata alla produzione di auto meno grandi.

Il futuro della mobilità elettrica di Mercedes

La ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie non si fermano qua. Restare al top del mercato significa, infatti, assicurare sempre nuovi vantaggi e continuare col progresso, soprattutto considerando che la mobilità elettrica ha ancora parecchi aspetti da migliorare.

Per questo motivo Mercedes punta a montare sulle sue auto elettriche dei motori dotati di inverter più complessi, in modo da sfruttare la tecnologia ad alta tensione. Si sta lavorando anche sulle batterie, necessarie ad alimentare le autovetture, per aumentarne l’efficienza e l’autonomia. Per uno sviluppo e un rendimento efficiente e costante, Mercedes ha stretto accordi con numerose aziende, tra cui Catl, Farasis e Sila Nano. Alla Geely Holding Group, poi, è stato conferito il compito di progettare dei propulsori per le automobili ibride.

Un’altra novità molto importante in casa Mercedes-Benz è l’annuncio del programma Vision EQXX. Il progetto consiste nello sviluppo e nella realizzazione di un veicolo, ovviamente elettrico, che garantisce prestazioni e autonomia di molto superiori agli standard odierni, per cui un gruppo di ingegneri di Stoccarda affiancherà gli sviluppatori del Mercedes-Benz F1 Hpp nel Regno Unito.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon