Park Litter Legambiente 2021: tre rifiuti ogni metro quadro

Legambiente

I nostri parchi sono discariche a cielo aperto. Lo annuncia Legambiente per la presentazione del suo report Park Litter 2021, l’annuale indagine dell’associazione sullo stato in cui versano gli spazi verdi italiani. Il quadro che emerge? Preoccupante.

Park Litter di Legambiente

Park Litter Legambiente

Dal 2018 Legambiente (con il report Park Litter) monitora la situazione dei rifiuti nei parchi urbani. E ad oggi non è migliorata. Nel 2021 sono stati raccolti dai volontari ben 5.668 rifiuti in 17 parchi urbani di 15 città (Cagliari,  Pordenone, Roma,  Rovigo,  Torino, Trieste, Udine, Catanzaro, Genova, Gorizia, Milano, Napoli, Perugia e Bari). Una media di tre rifiuti ogni metro quadrato.

Legambiente ha catalogato i rifiuti raccolti. A svettare sopra tutti sono i mozziconi di sigaretta: ben il 31% del totale. Ma ce n’è per tutti i gusti. Gli imballaggi, per esempio, rappresentano il 28%, e tra essi troviamo le dannosissime bottigliette di plastica, ma anche tappi, linguette delle lattine e sacchetti dei dolci. E che dire di tutto l’armamentario “usa e getta” per le gite al parco? Occupano il 17% del totale di rifiuti raccolti piatti, posate, cannucce, bicchieri e contenitori vari, a cui si aggiungono i fazzoletti di carta. Le bottiglie di vetro, invece, si aggirano intorno al 10%.

Ad aggiungersi ai rifiuti abbandonati “ordinari” ci sono quelli speciali anticovid. Le mascherine monouso erano in 6 parchi su 18, mentre i guanti “solamente” in uno.

Il progetto per ridurre i rifiuti

Bellezza al quadrato Legambiente Loreal
Iniziativa “Bellezza al quadrato” di Legambiente, L’Oréal e Garnier

Legambiente, in collaborazione con L’Oréal Paris Garnier, ha lanciato il progetto “Bellezza al quadrato” che coinvolge tutti i consumatori. Fino al 30 Settembre 2021 sarà possibile – acquistando prodotti di questi brand – contribuire alla pulizia dei parchi. Infatti, per ogni prodotto comprato, 5 metri quadri di verde verranno ripuliti dai volontari di Legambiente. L’obiettivo finale è raggiungere un milione di metri quadrati. Un’iniziativa virtuosa che coinvolge attivamente anche i consumatori. Il Direttore di marca Garnier Italia ha così commentato:

La sostenibilità per noi è una sfida, un’opportunità, una passione. Pensiamo che sia un impegno necessario e stimolante per tutti noi per generare, insieme ai nostri consumatori, ai nostri  partner della grande distribuzione e all’intera industria della bellezza, azioni concrete per la salvaguardia del pianeta e delle nuove generazioni”. 

Anche L’Oréal è attivamente impegnata per la sostenibilità: a fine 2020 è riuscita a utilizzare per i flaconi dei suoi prodotti 100% PET riciclato, risparmiando 7.000 tonnellate di plastica vergine.

Legambiente auspica – come tutti noi – che questi progetti possano aiutare a ridurre sensibilmente i rifiuti nelle aree urbane.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon