ESports Gym, le prime “palestre” dedicate ai gamer

esports gym

Luoghi dove poter incontrare nuove persone con le stesse passioni e allo stesso tempo migliorare giocando ai propri videogames preferiti. Ecco cosa sono le eSports Gym, una sorta di upgrade degli eSports Bar, che hanno fatto molto parlare di sé negli ultimi tempi.

La novità principale è la possibilità di seguire corsi o allenamenti personali con gamer professionisti, che insegneranno strategie e tecniche per portare l’esperienza dei gameplay ad un livello superiore.

Tra le più grandi passioni dei giovani, e non solo, trovano spazio sempre di più gli eSports. Basta avere uno schermo, una tastiera e una connessione abbastanza veloce e il gioco è fatto! Nel caso non si abbia a disposizione tutto ciò, si può sempre ricorrere agli eSport Bar o, appunto, alle eSports Gym, dove si potranno seguire lezioni da parte di gamer professionisti e istruttori, che seguiranno passo passo i clienti.

In Europa, tuttavia, questi tipi di strutture e servizi non sono ancora presenti, a differenza degli eSport Bar. Queste “palestre” potrebbero aprire la strada a molti giovani intenzionati a fare della propria passione un vero e proprio lavoro. Le somme in palio nei grandi tornei, tra l’altro, sono esorbitanti. Ma bisogna essere veramente bravi.

Qual è e dove si trova la prima eSports Gym

La prima eSports Gym al mondo è stata quella di Tokyo, precisamente nel quartiere di Kita. Per aver accesso alla struttura bisogna pagare una quota mensile, il cui costo dell’iscrizione si aggira intorno ai 40 euro. L’utilizzo dei computer della struttura, poi, costa circa 90 euro mensili. Per usufruire del coaching da parte di un professionista, invece, si paga in media 25 euro l’ora.

Nel corso degli “studi” e degli “allenamenti”, i gamer con il più grande margine di miglioramento e con le abilità più spiccate faranno dei provini per le squadre agonistiche associate alla “palestra”.

La struttura, poi, dispone di corsi di lingua inglese per favorire ulteriormente l’interazione con team e associazioni in tutto il mondo. Nonostante ciò, si tratta comunque di un progetto in fase di sviluppo, e per questo motivo i posti disponibili nella “palestra” sono limitati ad una sola dozzina. In futuro, comunque, si pensa di aprire nuove eSports Gym situate in prossimità delle stazioni più grandi della linea metropolitana cittadina.

Sempre a Tokyo, nel quartiere di Ginza, è stata aperta una scuola privata per la formazione di nuovi atleti specializzati in giochi come Pro Evolution Soccer, eBaseball Powerful, Dota e Fortnite. L’iniziativa è sponsorizzata da alcuni produttori di videogames.

Quali sono le più importanti eSports Gym in giro per il mondo?

La più importante e famosa eSports Gym al mondo è la T1 di Seoul, in Corea del Sud. Si tratta di una grandissima organizzazione che riunisce sia dilettanti che professionisti, in modo che possano allenarsi insieme in un ambiente adatto. La fama di T1 è arrivata ad un livello tale da guadagnarsi la sponsorizzazione da parte di Nike. L’organizzazione dispone anche di personale qualificato, come ad esempio i nutrizionisti, per curare a pieno i propri atleti. Dalla T1 sono emersi alcuni tra i più grandi campioni del mondo degli eSports, collezionando quattro successi nel League of Legends World Championship.

Sempre in Asia, al centro di Singapore, troviamo The Gym by Esportscentre. Si tratta di un luogo completamente dedicato agli eSports, aperto tutto il giorno e con oltre 50 postazioni disponibili. È, tra l’altro, un grandissimo punto di incontro e di scambio di idee tra gli appassionati di questo mondo. La struttura si sviluppa per oltre 1000 metri quadrati e ha ospitato anche alcune dei più grandi eventi del mondo dei videogiochi. Anche in questo caso, è possibile sfruttare il coaching di player professionisti in una delle sei aule dedicate.

Passando all’altro capo del mondo abbiamo la Chicago N1, un’eSports Gym con una piccola caratteristica distintiva: l’attenzione degli Usa per l’attività fisica è nota da sempre ed è fortemente presente anche nel sistema scolastico. Anche la palestra, quindi, oltre alla formazione dei ragazzi nei videogames, integra una buona dose di sana attività fisica e di convivialità, attraverso giochi di gruppo. La palestra più prestigiosa negli Usa, tuttavia, è Game Gym di North Bethesda. La struttura, oltre ai classici servizi, organizza anche camp estivi per i propri membri.

Gli eSports approdano alle Olimpiadi

Una delle ultime novità riguardo le prossime Olimpiadi è proprio l’introduzione di una nuova categoria dedicata agli eSports. Alcuni anni fa, infatti, il Comitato Olimpico Internazionale li ha riconosciuti come una vera e propria disciplina. L’Olympic Virtual Series consisterà in competizioni automobilistiche, gare di baseball, ciclismo, canottaggio e vela. A sfidarsi saranno sia gamer dilettanti sia professionisti.

Non mancano comunque le persone poco convinte di questa decisione, indecise nel riconoscere la validità come sport delle competizioni nei videogame.

Tag >
Facebook
Twitter
LinkedIn
Potrebbe piacerti
Cerca su Elon